header

menu rachelina

menu impegni umanitari

menu progetti scuola

menu stampa

solidarietà

Profughi, un mare di indifferenza

convegno profughiAd un mese dalla tragedia di Lampedusa, la Fondazione Rachelina Ambrosini in collaborazione con il SEL ed Emergency, ospita sabato 9 novembre alle ore 17 presso la propria sede in Venticano al corso Luigi Cadorna 7, un incontro dal tema "Profughi, un mare di indifferenza".
L'iniziativa promossa da alcuni giovani del nostro territorio rappresenta un appuntamento di confronto e ascolto di chi silenziosamente opera nell'emergenza.

 

“La Casa degli Aquiloni”… con le pareti della trasparenza: mercoledì 21 novembre la presentazione del progetto

La Fondazione Ambrosini sta per ripartire alla volta delle Filippine, ponte di solidarietà verso la Nuova Papua Guinea, dove verrà posta la prima pietra della “La Casa degli Aquiloni”; una nuova gioia da condividere con tutti, per continuare a  credere che non è tutto grigio, che il mondo  continua a essere colorato dalla speranza di chi sogna.

La Casa degli Aquiloni sarà un centro di accoglienza, con una scuola per i piccoli dotata di una cucina, un ambulatorio, un parco giochi, affidati alle cure delle suore missionarie.
Si prevede che per il completamento della struttura occorreranno due anni; nel frattempo bisognerà provvedere al sostentamento  di tutti i bambini delle piccole isole che orbiteranno intorno al centro; l’aiuto si rifletterà anche sui loro genitori, che sollevati dalle preoccupazioni più urgenti,  potranno frequentare corsi di formazione.
Per questo motivo la Fondazione Ambrosini è alla ricerca  di tante brave persone che abbiano la costanza di mettere da parte per un anno 1 euro a settimana. Cinquantaquattro euro, tanto costa adottare un bambino, garantendogli vitto, scuola e assistenza sanitaria.
La missione sarà attiva anche in Italia dalla prossima primavera, nelle province di Avellino, Benevento e Salerno, dove migliaia di bambini con famiglie in difficoltà, hanno bisogno di quell’aiuto che per dignità o vergogna non bussa ad alcuna porta.
Dunque partiamo! venerdì 16 novembre 2012 alle ore 15.00 Telediocesi, nel corso della trasmissione Ecclesia, presenterà un’intervista rispetto all’iniziativa; mentre  con la serata di “InVita il Cuore”  la Fondazione Ambrosini attende tutti alla  presentazione ufficiale prevista per mercoledì 21 novembre alle ore 20.30 a Pontecagnano Faiano …

Non mancare, scarica l’invito da questo link e contribuisci a diffondere l’iniziativa, grazie!

 

Il luogo in cui sorgerà il centro
EDEN 2 263 

La storia di Rachelina alla trasmissione "Nel cuore dei giorni"

In occasione della festa di Tutti i Santi, TV 2000 ha dedicato una trasmissione della rubrica "Nel cuore dei giorni" alla vita della nostra Rachelina, divulgando insieme alla sua storia, il suo forte messaggio di fede e speranza nell’amore per il Signore, e il conforto che da sempre riceve chi a lei si affida con la preghiera.

Seguendo questo link è possibile rivedere parte dell’intervista rivolta dal conduttore Fabio Bolzetta a Tommaso, nipote di Rachelina.

Premio Bontà " L'angelo della pace '

 

Premio Bontà -1

 

 

 

 

 

 

Premio Bontà "L' Angelo della Pace", 
opera dello scultore Alfredo Molli

 

 

 

 

 

Il Premio Bontà "L'Angelo della Pace" è stato assegnato a:

puntino2

Chris Klein Beekman, Operatore Umanitario - Venticano, 6 dicembre 2003

puntino2

Cardinale Renato Raffaele Martino, Presidente del Consiglio Pontificio Giustizia e Pace - Venticano, 29 agosto 2004

puntino2

Barbara Contini, Ambasciatrice - Venticano, 4 dicembre 2004

puntino2

Maria Bonino, Pediatra Missionaria in Angola - Venticano, 10 dicembre 2005

puntino2

Don Luigi Mazzuccato, Presidente dell'Ass.ne Medici con l'Africa Cuamm - Venticano, 10 dicembre 2005

puntino2

Mario Agnes, direttore dell'Osservatore Romano - Venticano, 2 dicembre 2006

puntino2

Maria Pia Fanfani, Presidente dell'Associazione Umanitaria Sempre Insieme Per La Pace - Venticano, 2 dicembre 2006

puntino2

Antonino Zichichi, Scienziato, Presidente della World Federation of Scientists - Venticano, 1° dicembre 2007

puntino2

Michael Elmore Meegan, Medico irlandese, Presidente dell'Ass.ne Umanitaria I-Cross - Pietradefusi, 7 novembre 2008

puntino2

Padre Alex Zanotelli, Missionario Comboniano, Paladino dei più deboli - Venticano, 13 dicembre 2008

puntino2

Mercedes Arrastia Tuason, Ambasciatrice delle Filippine presso la Santa Sede - Venticano, 3 dicembre 2009

puntino2

Vincenzo Salemme, Attore e Regista - Venticano, 3 dicembre 2009

puntino2

Maria Fida Moro, Scrittrice - Pietradefusi, 4 dicembre 2009

puntino2

Magdi Cristiano Allam, Giornalista - Pietradefusi, 3 dicembre 2010

puntino2

Angelo Vassallo, Sindaco della Legalità - Venticano, 4 dicembre 2010

puntino2

Gherardo Colombo, Magistrato - Pietradefusi, 6 dicembre 2010

puntino2  Enrico Saggese, Presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana - Venticano, 1 dicembre 2011



 

Racconto sul calcio

vivi con la gioia5Quando andammo al negozio di articoli sportivi e ci fermammo davanti alla vetrina, non ci potevo credere...
tante cose riguardanti il calcio, tante magliette, che non erano tante, ma per me era un paradiso; avevo circa sei anni e non avevo mai avuto nemmeno un paio di calzettoni di qualche squadra…
A quei tempi al campetto si faceva festa se qualcuno riusciva ad avere un pallone di gomma di quelli…ricordate?
La maggior parte delle volte giocavamo con le buste della spazzatura, ci mettevamo i quotidiani che raccoglievamo da tutti i bambini del quartiere e non sai… resisteva fino a che qualcuno gli dava un calcio, la rompeva e iniziavano a uscire i quotidiani e all’inizio dovevamo sospendere le partite, però poi diventammo più furbi, ci portavamo buste e quotidiani di ricambio…
che pazzia tutto ciò… e non sai come lo trascorrevamo… era il momento della giornata che più aspettavamo, era per noi come l’acqua per sopravvivere…
Quel giorno io compivo sei anni …sai perché me ne ricordo? Perché la nonna malata mi disse che ero già grandicello, hehe; il mio vecchio mi disse che mi avrebbe comprato un regalo per il compleanno e che sarebbero stati un paio di calzettoni da calcio, ritornando a casa pensai che si erano i calzettoni, perché era l’unica cosa che ti potevi permettere, immagina, se vivevamo in una casetta che quando pioveva c’era più acqua dentro che fuori!…ma a me non importava, io ero felice e lo ero di più quelle domeniche in cui mi sedevo accanto a te per ascoltare le partite alla radio nazionale…era il miglior momento della settimana senza dubbio. Quando uscii dal negozio non potei evitare che una lacrima mi uscisse dall’occhio sinistro, allora uscii correndo per mostrare il mio regalo di compleanno ai ragazzi…il mio primo regalo di compleanno, senza dubbio il regalo più bello che abbia mai ricevuto…
A due settimane da quel giorno straordinario, stavamo giocando nel campetto della signora Clotilde e uno dei bambini diede un calcio alla “palla” con la punta della scarpetta bucata e puoi credere che la busta e i quotidiani si sparpagliarono su tutto il campo, quando vedemmo la punta del piede, aveva le unghie che sembrava la tigre del circo che se ne era andato dal paesino la settimana passata…perché? …iniziammo ad insultarlo sul perché non si tagliava le unghie e su altro…. Lo sai, i bambini quando vogliono sanno essere molto crudeli…c’è da dire in più che Juancito era molto povero, come tutti… e si mise a piangere.
Purtroppo non riuscivamo a farlo smettere di piangere, cercammo di chiedergli perdono però era triste, a quel punto andai dietro l’arco e feci un’altra palla…afferrai la busta, ci misi dentro il quotidiano…e pensai che sicuramente non sarebbe cambiato niente, allora in un attimo che ancora oggi mi chiedo perché lo abbia fatto, così istintivamente, mi tolsi la calza che mi aveva regalato il mio vecchio, quella del piede sinistro, la riempii di quotidiani e da lì nacque per noi la palla che ci avrebbe accompagnato per tutto quell’infinito pomeriggio di calcio… “la palla di pezza”, sai come giocammo quel giorno?, sembrava che giocassimo meglio, ci divertimmo a calciarla e a passarcela fra di noi…fu indimenticabile, quando finimmo, mi resi conto che il calzettone era rotto, come lo spiegavo ora a mio padre? Camminando verso casa ci pensavo…cosa avrei detto al mio vecchio?, pensavo che mi avrebbe punito perché avevo usato quel regalo, per ciò che lui aveva risparmiato e per cui aveva riposto tanto affetto…quando gli raccontai come erano andate le cose, mi guardò fisso e con un gesto sobrio e passionale, mi chiese di accompagnarlo nella mia stanza.
Io, che in quel momento sentivo che il mondo mi crollava addosso, abbassai la testa e lo seguii sconsolato, aspettando l’imminente castigo… Quando arrivammo alla porta della stanza…mi disse con tono dolce e affettuoso: “Figlio, sono orgoglioso dell’azione compiuta oggi nei confronti di Juancito e dei tuoi amici, hai dimostrato che la tua passione per il calcio e l’amicizia va aldilà dell’immaginabile, spero che questo momento lo ricorda per tutta la vita e ti serva nei momenti in cui nella vita ti si presentino situazioni simili.
Sei piccolo, però con il tempo capirai che ciò che hai fatto oggi, lo porterai sempre nel cuore, tu come i tuoi amici.
Ora entra nella tua stanza e guarda sul tuo letto, c’è qualcosa che ti aspetta … Alla mia perplessità in quella situazione e la sorpresa di aver ascoltato quell’uomo così rigido e determinato parlarmi con tanta dolcezza e tanto affetto, entrai nella mia camera e sul mio letto trovai il mio vero regalo di compleanno…il pallone di calcio più bello che abbia mai visto nella mia vita!

(testo tradotto)

Laura Gissel Duarte
Istituto cattolico “Cardenal Oscar Andrés Rodriguez” nella città di El Paraìso, Honduras.

 

Partiti nel 2008 e non ancora fermati: tappe della missione nelle Filippine

 

lilli 124Venticano, 10 marzo 2009
Siamo appena rientrati dalla missione umanitaria destinata a portare aiuti alimentari, sanitari e psicologici a bambini, donne, famiglie che sopravvivono sulla nostra stessa Terra: villaggio base di Santa Cruz, isola di Marinduque, Filippine. Esperienza indimenticabile per il forte contrasto tra una natura incontaminata (siamo stati per intenderci nella giungla) e l’assoluta mancanza del minimo indispensabile per tanta povera gente dimenticata da sempre. Il nostro impegno ha portato a garantire a 500 bambini, che ogni giorno si raccolgono nella scuola del villaggio di Hupi, la certezza di mangiare almeno una volta al giorno per due anni. Abbiamo garantito a due bambini la possibilità di essere sottoposti immediatamente ad intervento chirurgico per la ricostruzione dell’apparato uro-genitale (villaggio di Tayabas) e per una ernia del disco (villaggio  di San Vincenzo). Abbiamo dato assistenza ad alcune famiglie che vivono ancora nelle palafitte nel villaggio di San Vincenzo e che sono amorevolmente seguite da Suor Paola, Missionaria, totalmente dedita alla Carità. Tommaso Maria Ferri e Suor Marieta de Luna Palmero

Venticano, 22 marzo 2009
Siamo Figli della stessa Terra. Domenica 22 marzo alle ore 16,30 nella Chiesa di Santa Maria e Sant'Alessio in Venticano, Suor Marieta e Tommaso Maria Ferri, presidente della Fondazione Ambrosini, testimonieranno ai convenuti sulla missione umanitaria appena conclusa nelle Filippine "un sor...riso a cioccolato.

Roma - Manila, 2 luglio 2009, Missione Umanitaria "Un Sor...riso al cioccolato"
Proseguono le iniziative a sostegno della missione umanitaria seguita dalla Fondazione Ambrosini in collaborazione con le Suore Missionarie Catechiste di Santa Teresina del Bambin Gesù nelle Filippine. 

Venticano - Roma - Manila - Santa Cruz. luglio/agosto 2010
Inaugurati alcuni piccoli laboratori di cucito, falegnameria ed opifici adatti alle risorse del territorio per i genitori. 

lilli 069Roma-Manila, 2 luglio 2010, Missione Umanitaria "Un Sor...riso al cioccolato"
Proseguono le iniziative a sostegno della missione umanitaria seguita dalla Fondazione Ambrosini in collaborazione con le Suore Missionarie Catechiste di Santa Teresina del Bambin Gesù nelle Filippine. Viene presentato oggi "Il silenzio del cuore" di Tommaso Maria Ferri, diario della Missione Umanitaria "Un Sor...riso al Cioccolato” che può essere richiesto scrivendo alla Fondazione Ambrosini. 

Venticano, 18 settembre 2010
Presentato il progetto di trasformazione delle camere del reparto di pediatria dell'Ospedale Civile seguito dalla Fondazione Ambrosini nelle Filippine. 

Città del Vaticano - Roma, 23 novembre 2010
Incontro presso l'Ambasciata delle Filippine presso la Santa Sede tra le massime cariche diplomatiche delle Filippine in Italia ed il presidente della Fondazione Ambrosini. Il nuovo ambasciatore delle Filippine presso il Quirinale S.E. Manalo si è congratulato per l'impegno umanitario della Fondazione Ambrosini nel suo Paese. L'ambasciatrice S.E. Tuason presso la Santa Sede ha presentato la figura di Rachelina ai numerosi Vescovi asiatici giunti per l'occasione. 

Venticano, 1 gennaio 2011
Si parte …

 

 

 

Articoli sulla vita di Rachelina Ambrosini


186-09-59-28-ArticoloNumerosi sono gli articoli apparsi sulla vita di Rachelina Ambrosini e le opere della Fondazione in diversi quotidiani e giornali on line; molti di questi sono stati pubblicati dall’Osservatore Romano, il quotidiano della Santa Sede e attenzione alle vicende di Rachelina è stata posta anche da trasmissioni di emittenti televisive religiose come Teleradiopadrepio.

Alcuni articoli:

2004
28 marzo L'OSSERVATORE ROMANO
11 agosto L'OSSERVATORE ROMANO
12 agosto L'OSSERVATORE ROMANO
5 settembre L'OSSERVATORE ROMANO - Speciale

2006
31 marzo L'OSSERVATORE ROMANO
19 luglio L'OSSERVATORE ROMANO
13 ottobre L'OSSERVATORE ROMANO

2007
25-26 giugno L'OSSERVATORE ROMANO



Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire ai visitatori un servizio e un'esperienza migliori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie