Un pellegrinaggio fra palazzo Ambrosini e la chiesa di Santa Maria e Sant'Alessio in Venticano


DSC 4036Rachelina abitava nella casa più antica di Venticano, un palazzo nobiliare risalente al 1600,  appartenuto tra  gli altri al marchese Rossi del Barbazzale, sposato con la pronipote di Napoleone I Bonaparte, Madeleine Colonna Walevski.
Oltrepassando il maestoso portale  ci si ritrova nell’intimità della casa di Rachelina: è possibile entrare nella sua stanza conservata intatta come allora, con il suo letto, lo scrittoio, il pianoforte  e visitare il museo che custodisce i suoi ricordi.

Venticano 1 002Al di là del pozzo al centro del chiostro, appare l’ingresso al “Giardino delle Apparizioni” ”, all’interno del quale si scorge appena la minuscola “Cappella dell’ Eremo”,  riservata  al raccoglimento più silenzioso e solitario e alla penitenza personale; per le celebrazioni religiose ci si ritrova nella Chiesetta dell’Angelo  che sorge al posto della vecchia scuderia.
Attualmente palazzo Ambrosini è sede della Fondazione omonima dedicata a Rachelina per volontà dei suoi genitori e ospita anche la Comunità delle Suore Missionarie Catechiste di Santa Teresa di Gesù Bambino, l’Associazione Caritas “Rachelina Ambrosini”  e la biblioteca per ragazzi, “Il grillo parlante”.
Rachelina riposa all’interno della Chiesa Badiale di Santa Maria e Sant’Alessio in Venticano;

DSC 4003tutti i giorni ci si può recare a pregare sulla sua tomba: la chiesa è aperta dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 16 alle ore 19; mentre gli orari delle Sante Messe domenicali sono  8.30 - 11.30 - 18 (ore 19 nel periodo estivo); è da tener presente che nei giorni feriali è celebrata la sola messa vespertina.

 

 

 

La visita a Palazzo Ambrosini è possibile previa prenotazione, telefonando al numero 0825 965201