header

menu rachelina

menu impegni umanitari

menu progetti scuola

menu stampa

Torino, 29 novembre 2014

Il Politecnico di Torino ha ospitato l’annuale incontro organizzato dai Medici con l’Africa Cuamm. Nella città piemontese si sono dati appuntamento quanti si preoccupano delle sorti di chi vive nell’ultimo miglio del pianeta. Un’aula magna gremita di giovani impegnati con l’Africa ad ascoltare testimonianze di medici specializzandi di rientro dai luoghi di missione: Angola, Etiopia, Mozambico, Sierra Leone, Sud Sudan, Tanzania e rappresentanti di Istituzioni silenziosamente operative nel dare una mano. Quanti amici, quante belle persone, e c’eravamo anche noi, la Fondazione Rachelina Ambrosini, a rappresentare tutti coloro che ogni giorno ci aiutano in terre vicine e lontane. Emozionante, indimenticabile, l’incontro con il dott. Michael Samuel Mading, direttore generale dei servizi sanitari in Sud Sudan e la dott.ssa Chiara Scanagatta, responsabile della prima Scuola per Osteriche ed Infermiere inaugurata lo scorso 13 settembre in Sud Sudan, e realizzata con l’importante contributo della Fondazione Ambrosini insieme alla Comunità della Parrocchia di San Demetrio Martire di Salerno, attraverso l’opera dell’infaticabile Mons. Mario Salerno e di alcune associazioni salernitane. Per tutti un momento di gioia e di gratitudine, alla presenza del dr. Giampaolo Cantini, direttore generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, e sotto lo sguardo di don Luigi Mazzucato la storia del Cuamm. Anche questa è l’Italia, un Paese che ha uomini e donne che ogni giorno, continuano a fare la loro parte in difficili situazioni di lavoro, affrontando per il bene dell’umanità anche quei rischi gravi come l’ebola. Resta il rammarico che insieme ad una giovane specializzanda in medicina, proveniente da Catania e prossima a partire per una missione, eravamo gli unici a rappresentare un mezzogiorno di un’Italia che fa fatica anche a far conoscere le buone notizie. 

Il progetto missionario “Sud Sudan – Prima le Mamme e i Bambini” presentato a Salerno nel dicembre dello scorso anno, dalla Parrocchia di San Demetrio Martire insieme alla Fondazione Rachelina Ambrosini ha visto la luce il 13 settembre scorso. L’impegnativo intervento, ha consentito la realizzazione di una Scuola per la formazione di Ostetriche ed Infermiere nella Contea di Lui, affidata al team italiano dei Medici con l’Africa Cuamm, già presenti nell’adiacente ospedale. Il direttore don Dante Carraro, ha salutato il lancio formale delle attività formative e cliniche, alla presenza del Ministro della Sanità del governo centrale.
“E’ uno straordinario obiettivo raggiunto insieme a tanti amici, alla comunità parrocchiale di san Demetrio e alla Fondazione Ambrosini.

Leggi tutto: Inaugurata la Scuola per Ostetriche ed Infermiere in Sud Sudan

La Colomba della Pace della Fondazione Rachelina Ambrosini vola a protocollare un'intesa tra l'Università degli Studi di Salerno e i Medici con l'Africa Cuamm.
“La professione e il ruolo del medico non possono prescindere dalla natura multiculturale delle società moderne e dalla crescente presenza di migranti nel nostro paese, che rendono necessario creare professionisti della salute con la sensibilità umana e le conoscenze adeguate ad affrontare le sfide della salute globale”.

Grazie a tutti coloro che si sono adoperati per arrivare a questa giornata d'amore globale

Tommaso Maria Ferri

È questa la premessa sulla quale si fonda il protocollo di intesa che oggi, 25 luglio 2014, è stato siglato tra l’Università degli Studi di Salerno e Medici con l’Africa Cuamm. All’incontro erano presenti il rettore, prof. Aurelio Tommasetti, l’avv. Tommaso Maria Ferri (Presidente della Fondazione “Rachelina Ambrosini” nonché Componente Delegato dell’Associazione Medici con l’Africa Cuamm), il dott. Vincenzo Viggiani (Direttore Generale dell’AOU S. Giovanni di Dio – Ruggi d’Aragona), il prof. Mario Capunzo (Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Salerno), Mons. Marco Russo (Direttore della Caritas Diocesana), il prof. Armando Lamberti (Università di Salerno), e il Rettore della Pontificia Università Lateranense, S.E. Mons. Enrico dal Covolo.

Leggi tutto: A Salerno per diventare professionisti di salute globale

La Fondazione “Rachelina Ambrosini”, la Parrocchia di “San Demetrio Martire” in Salerno e I Medici con l’Africa Cuamm
 presentano

“Prima le Mamme e i Bambini”
Salerno, 15 maggio 2014 ore 17:30
Sala Bottiglieri - Palazzo della Provincia di Salerno

giovane madre in Sud SudanGiovedì 15 maggio alle ore 17:30, presso la Sala Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino a Salerno, la Fondazione Rachelina Ambrosini, la Parrocchia di San Demetrio e i Medici con l’Africa Cuamm, presentano alla Città di Salerno e a tutte le sue Istituzioni il progetto: “Prima le mamme e i bambini”, che ha come obiettivo la realizzazione di una Scuola per la formazione di Ostetriche e Infermiere in Sud Sudan, nella Contea di Lui, intitolata a Trotula de Ruggiero, ostetrica salernitana, vissuta nell’XI secolo. La struttura, adiacente al già operativo ospedale, servirà a garantire il trasporto e la gestione di tutte le emergenze sanitarie, l’equipaggiamento, i farmaci e la formazione di ragazze infermiere e ostetriche. Il tutto sarà affidato all’esperienza dei Medici con l’Africa Cuamm. L’iniziativa si è resa possibile grazie alla dedizione di tanti cittadini salernitani che si sono impegnati a raggiungere, tutti insieme, quell’ultimo miglio che ogni uomo non vorrebbe mai percorrere.

Leggi tutto: "Prima le Mamme e i Bambini" - 15 maggio alle ore 17:30

manifesto1Sabato 22 marzo alle ore 9,30, presso il Cinema Teatro San Demetrio, prendono il via da Salerno “Le Giornate della Mondialità”, manifestazione promossa dalla Fondazione Rachelina Ambrosini insieme alla Caritas Diocesana e dall’Ufficio per la Pastorale Giovanile di Salerno, e con la collaborazione della Parrocchia di San Demetrio.
L’iniziativa è rivolta a tutti gli studenti delle scuole italiane e quest’anno ha come tema “La famiglia”. La giornata vede protagonisti i ragazzi, che porteranno la loro testimonianza, e al tempo stesso potranno conoscere persone che ogni giorno si adoperano per la costruzione e la protezione di un mondo più umano, spazio d’incontro e non di conflitto.
La giornata presieduta da S.E. Mons. Luigi Moretti, Arcivescovo Metropolita di Salerno – Campagna – Acerno, vedrà la partecipazione del dott. Ermanno Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Salerno, di don Vincenzo Federico, delegato regionale della Caritas Campania, del dr. Carmine Tabarro, dirigente di Banca Prossima/Intesa San Paolo, della dr.ssa Lucia Memoli, Console dell’Honduras, dei giornalisti Giuseppe Leone e Alessia Bielli, di Bruno Sessa, responsabile di Casa Nazareth, e da una rappresentanza dei Lavoratori dell’Essentra con le loro famiglie.

Leggi tutto: Giornate della Mondialità 2014
Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction

Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti, per offrire ai visitatori un servizio e un'esperienza migliori. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie